Gli auguri di don Lorenzo

Posted on Posted in Generali

Carissimi,
da venti giorni mi trovo nella missione che la nostra diocesi ha inaugurato venticinque anni fa nel villaggio di Ol Moran su un grande altopiano del Kenya. Qui, insieme al mio compagno di ordinazione don Matteo e al parroco don Giacomo Basso, sto vivendo alcuni mesi di esperienza missionaria che per desiderio del Patriarca fanno parte della preparazione finale all’ordinazione sacerdotale. Il centro parrocchiale in cui ci troviamo è costruito ai margini del villaggio ed è molto grande: al suo interno ha la chiesa, la casa canonica, un dispensario medico, alcuni dormitori, uno studentato, la base scout… e addirittura un panificio. La missione accoglie inoltre una casa di suore che gestiscono, oltre a diversi servizi caritativi, un centro di accoglienza per bambini orfani o abbandonati. La parrocchia si estende nella savana per circa 1000 kmq e comprende una ventina di comunità cristiane per un totale di 4500 fedeli disseminati in tutto il territorio: la presenza del parroco e di un solo cappellano è insufficiente per i bisogni di tutte le comunità, che così ricevono la visita di un sacerdote e la celebrazione dell’Eucaristia solitamente una domenica al mese, spesso in cappelle con muri di fango o nelle scuole che la parrocchia stessa ha costruito.

Nonostante questa descrizione non appaia incoraggiante, in realtà sono comunità molto vivaci, animate da dei catechisti locali, che vivono queste rare celebrazioni con grande gioia e non temono di prolungarle almeno per un paio d’ore. In una di queste cappelle proprio l’altro ieri ho potuto dare per la prima volta il Battesimo ad una bambina di nome Lucyana.
Nelle prossime settimane vi racconterò di più. Nel frattempo, vi faccio arrivare i miei auguri un po’ tardivi di un anno nuovo vissuto nel Signore!

3 gennaio 2023

Don Lorenzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *